fbpx

Torniamo di nuovo su un progetto dedicato ad una serie di guide turistiche. Questa volta ci spostiamo in Spagna per conoscere da vicino Le Periplo, delle guide di viaggio fisiche e digitali che si distinguono da quelle comunemente conosciute perché vogliono far sentire il viaggiatore non un turista ma un residente. Queste guide promuovono infatti un’esplorazione delle città da una prospettiva interna, di chi vive quel posto.

Le Periplo esplora esperienze diverse, come godersi una passeggiata in un bellissimo quartiere, fermarsi in un bar che è il punto di riferimento per gli abitanti di quella città, svolgere un’attività che è comune e consuetudine del luogo, connettersi con il momento storico che la città sta vivendo.

Le guide turistiche Le Periplo. All you need is your passport!Le Periplo si distingue per il suo interesse anche di città meno conosciute o quelle che hanno un secondo lato poco esplorato. Questo approccio più personale e stimolante per il viaggiatore ci ha ricordato un altro bel progetto italiano di cui abbiamo parlato tempo fa, Josef Travel Book.
Per chi volesse scoprire anche questo vi rimandiamo al link dell’articolo qui.

Il nome Le Periplo viene dalla parola “periplo” che sta per “circumnavigazione” ed è stato un genere di testimonianza scritta che raccontava la navigazione attraverso dati più o meno schematici. Questo tipo di documento antico (usato da Fenici, Greci e Romani) conteneva infatti una serie di osservazioni fatte su un viaggio per mare che potevano essere utili ai futuri marinai: distanze tra punti, descrizioni della costa, venti. Per estensione, il termine periplo è usato come un modo letterario per descrivere un viaggio pieno di esperienze diverse.

Le guide turistiche Le Periplo. All you need is your passport!

L’identità visiva delle guide turistiche si basa su un logo pulito e senza tempo, un colore rappresentativo e un’immagine attuale, fresca e vivace che viene rappresentata in ogni guida in modo unico, ma coerente con le altre pubblicazioni.

Ogni guida è presentata sulla copertina e all’interno con due colori chiave che ritornano in tutta la guida. I colori predominanti si basano sulla tavolozza dei colori della fotografia di ogni città o paese. Le descrizioni, i consigli e i suggerimenti del viaggio si distribuiscono tra le immagini fotografiche creando una serie di layout editoriali differenti a seconda del tipo di raccomandazione.
Per uscire dalla comune visione delle guide turistiche alcuni monumenti non sono mostrati fotograficamente ma sono illustrati, scelta che rompe con un’impostazione classica e rende la pubblicazione meno statica e più moderna.

Uno dei valori del marchio Le Periplo è l’esperienza, quindi anche il sistema grafico e il packaging doveva svolgere una funzione a supporto del viaggio. La graphic designer Sandra Llopart insieme alla fotografa e graphic designer Flor de Lis Blázquez, progettiste dell’identità visiva, hanno quindi scelto una scatola con un’etichetta esterna che, come fosse una valigia, contiene tutto il necessario per partire. Al suo interno, una cartolina e un segnalibro a mo’ di carta d’imbarco.

Le guide turistiche Le Periplo. All you need is your passport!Le guide turistiche Le Periplo. All you need is your passport! Le guide turistiche Le Periplo. All you need is your passport! Le guide turistiche Le Periplo. All you need is your passport!