fbpx

Come già anticipato sui nostri social, oggi 7 maggio alle ore 14 e 30 Lök Zine presenterà “Veicoli Fantastici”, il progetto vincente della prima edizione del premio FIP di Fruit Exhibition. Un nuovo artbook che parla di ecologia, viaggi e arti visive con i contributi di 14 autori provenienti da differenti settori dell’arte che hanno creato dei fantastici mezzi di trasporto per immaginare un mondo migliore.

Il progetto è stato realizzato in collaborazione con FaviniFrizzifrizzi e ovviamente Printaly😁

Questo il link per seguire la presentazione su Zoom
https://zoom.us/j/91079401944
ID dell’incontro: 910 7940 1944

Per far sì che siate preparati all’incontro di oggi, facciamo un passo indietro e insieme a Elisa Caroli, illustratrice e co-fondatrice di Lök Zine con Lucia Manfredi, vi raccontiamo la storia della rivista e del nuovo progetto Veicoli Fantastici.

Veicoli Fantastici. Il progetto vincitore del premio Fruit ExhibitionLök Zine nasce nel 2011 come magazine semestrale autoprodotto e indipendente di fumetto e illustrazione. Lök, come ci racconta al telefono Elisa, viene dallo svedese e vuol dire “cipolla”, questo perché volevano porre l’attenzione non tanto sul risultato finale di un lavoro visivo quanto sul processo di realizzazione.

Come con gli strati della cipolla, ogni illustrazione è il frutto di un sommarsi di cultura e sapere, di cose viste, di cose lette e di tutto ciò che ogni artista assorbe semplicemente guardandosi intorno. Ognuna di queste cose contribuisce alla creazione di un proprio stile visivo e di un personale campo di azione.

Nel tempo la rivista, inizialmente in bianco e nero, è diventata annuale e a colori per dare maggior risalto proprio al cuore del magazine, il lavoro creativo.

Il collettivo ha nel tempo realizzato anche monografie e progetti paralleli, organizzato eventi, mostre e workshop, ma la rivista tematica è sempre rimasta il cardine per comunicare la loro visione e per creare un dialogo tra autori e fruitori.

Veicoli Fantastici. Il progetto vincitore del premio Fruit ExhibitionTra questi progetti extra, pubblicano nel gennaio 2019 un libro sul disegnatore californiano Steven M. Johnson e sulle sue invenzioni tra il geniale e il grottesco, dal titolo Patent Depending. Una pubblicazione che raccoglie i brevetti assurdi immaginati e disegnati dall’artista americano negli anni attraversando settori completamente differenti, dalla moda fino al design.

Quest’anno per una casa editrice cinese esce invece un nuovo libro sul lavoro di Steven ma questa volta soltanto sui suoi veicoli immaginari, dal titolo “Vehicles of the Imagination”. Ed è proprio Steven che parla alle ragazze di Lök Zine di questa nuova pubblicazione proponendo di farla uscire anche in Italia. Ispirandosi a questo nuovo lavoro di Steven decidono quindi di partecipare al primo bando FIP di Fruit Exhibition e Favini, a tema humor, per l’appunto con il progetto “Veicoli Fantastici”. Scelgono però non di riproporre lo stesso format, ma di coinvolgere oltre a Steven M. Johnson, anche altri illustratori e illustratrici per dare vita ad un racconto corale per immagini che mostri soluzioni più o meno surreali su come potremmo spostarci nel futuro.

Veicoli Fantastici. Il progetto vincitore del premio Fruit Exhibition“Veicoli fantastici” ci propone un viaggio esplorativo in questo immaginifico mondo delle possibilità attraverso la manipolazione del tempo e degli elementi, siano essi necessari o semplicemente desiderati.
Ispirandosi a ”Vehicles of the imagination” dell’autore americano Steven M. Johnson, che partecipa anche a questa nostra edizione, si sviluppa una collaborazione tra artisti e figure professionali dai diversi background: illustrazione, fumetto, calligrafia, grafica e architettura. Ciascuno presenta la sua personale interpretazione del concetto di trasporto alternativo attingendo dalle proprie conoscenze artistiche e tecniche e reinventando il concetto stesso di movimento. Si tratta di mezzi di trasporto buffi, a volte impossibili, tutti uniti dall’unica reale necessità che ci accomuna: vivere il tempo che abbiamo a disposizione prendendoci cura dell’ambiente in cui viviamo.

(dalla prefazione di “Veicoli Fantastici” – Chiara Faggiano)

Veicoli Fantastici. Il progetto vincitore del premio Fruit Exhibition

Da questo progetto emerge infatti una tematica che in qualche modo fa da comune denominatore a tutte le illustrazioni. Una visione corale che vede un futuro nella sostenibilità, nel rispetto della natura e del suo coinvolgimento diretto nella vita di tutti i giorni.
Non a caso quelle su cui abbiamo stampato il libro, sono due carte ecologiche realizzate con materiali ecosostenibili. Il cerchio si chiude.

Le carte

Shiro Tree Free, utilizzata per gli interni, è una carta ecologica unica il cui impatto forestale è pari a zero. Realizzata con fibre provenienti da coltivazioni annue rinnovabili contiene linters di cotone, bamboo e bagassa (residuo della lavorazione della canna da zucchero).

Crush Uva, utilizzata per la copertina, è la nuova gamma ecologica di Favini realizzata con sottoprodotti di lavorazioni agro-industriali che sostituiscono fino al 15% della cellulosa proveniente da albero.

I veicoli immaginati nel libro oltre al concetto di spazio, piegano anche quello del tempo. In un momento di isolamento, di riflessione come questo dovremmo forse ragionare più a lungo se davvero il tempo risparmiato sia tempo guadagnato. E se i veicoli del futuro fossero più lenti? E se il segreto non fosse necessariamente nel concentrare ma nel dilatare?

Gli artisti coinvolti nel progetto sono Adam Tempesta, Giorgia Casetti, Giorgia Marras, Giusy Gallizia, Irene Servillo illustrator, Elisa Caroli, Lucia Calfapietra, Lucia Manfredi, Matteo Signorelli, Nicolò Giacomin, OVO atelier d’architecture, Sarah Mazzetti, Sovrappensiero Design Studio, Steven M. Johnson.