Come si può tornare a disegnare senza matite?

Riprendiamo il discorso sull’ultima box di Hoppípolla, questa volta per presentarvi il set di matite made in Italy la cui scatola è stata illustrata da Simone Razzano e ovviamente stampata da Printaly. Insieme a questo piccolo packaging, sono opera della mano di Simone anche i tre segnalibri, il poster (stampati sempre da Printaly) e la box di Hoppípolla.
Come per Anna Canavesi, abbiamo fatto qualche domanda a Simone per raccontarci qualcosa di sé, del suo lavoro e di questa collaborazione.

Il set di matite e la scatola illustrata da Simone Razzano per Hoppípolla. Stampa a cura di Printaly

Chi è Simone Razzano?
Ho 27 anni e vivo nella provincia di Venezia. Ho studiato grafica pubblicitaria e ora lavoro come grafico ed illustratore. Sono mancino e bevo tantissimo caffè!

Quando hai capito che l’illustratore era la professione che avresti fatto?
Prima di essere una professione, l’illustrazione è una grandissima passione ed il mezzo con cui amo di più esprimermi. Disegnare è da sempre stato un bisogno per me, e mi aiuta a esprimere meglio i miei pensieri.

Il tuo sembra un universo popolato di oggetti animati e personaggi immaginari che si nascondono tra le pieghe della realtà. 
È una descrizione in cui ti ritrovi?
Decisamente sì. Quando disegno anche un semplice personaggio, cerco sempre di dargli un nome, una personalità e creare un’ambientazione intorno a lui. Spesso nascono da giochi di parole o da qualcosa che ho sognato.

Il set di matite e la scatola illustrata da Simone Razzano per Hoppípolla. Stampa a cura di Printaly

Più volte nell’ultimo anno hai collaborato con Hoppípolla, prima con Myau Zine nella box #12 e poi con uno degli adesivi da bicicletta della box #17. Questa volta invece sei stato coinvolto per disegnare il packaging delle matite contenute nella box di agosto. Come è nata questa collaborazione e come hai affrontato la progettazione di un packaging (seppur semplice)?
La collaborazione è nata proprio grazie a MYAU zine, la fanzine che curo con la mia amica e collega Jessica Lanteri. Hoppípolla ci ha dato la possibilità di condividere con il suo pubblico un progetto a cui teniamo molto. Qualche mese dopo un mio disegno è stato selezionato per realizzare gli adesivi da bicicletta. In seguito mi hanno chiesto di ideare un packaging per la box di agosto, un progetto molto divertente. Ho cercato di rappresentarlo proprio come se fosse uno dei miei personaggi, come se la scatola stessa prendesse vita!

Cosa consiglieresti a un illustratore che deve approcciarsi alla progettazione di un packaging?
Credo sia importante visualizzare fin dall’inizio il pack come un oggetto tridimensionale e non limitarsi a riempire la fustella stesa, sfruttando gli spessori e le pieghe. Un’altra buona regola è stampare le bozze e provare a montare la scatola per osservarla da tutte le angolazioni. In questo caso la mia intenzione era quella di creare un oggetto che facesse venir voglia di essere conservato e magari riutilizzato per altro!

Quali sono gli ambiti applicativi dell’illustrazione in cui ti piace di più lavorare?
Mi piacciono i libri illustrati per l’infanzia, il toys design e tutto ciò che dà modo alle illustrazioni di diventare oggetti fisici. Di solito i bambini apprezzano il modo in cui disegno, forse perché è semplice e lascia molto spazio all’immaginazione. Cerco sempre di adattare il linguaggio che utilizzo in modo che sia comprensibile da grandi e piccoli per offrire differenti chiavi di lettura.

Il set di matite e la scatola illustrata da Simone Razzano per Hoppípolla. Stampa a cura di PrintalyIl set di matite e la scatola illustrata da Simone Razzano per Hoppípolla. Stampa a cura di Printaly Il set di matite e la scatola illustrata da Simone Razzano per Hoppípolla. Stampa a cura di Printaly Il set di matite e la scatola illustrata da Simone Razzano per Hoppípolla. Stampa a cura di Printaly Il set di matite e la scatola illustrata da Simone Razzano per Hoppípolla. Stampa a cura di Printaly    Il set di matite e la scatola illustrata da Simone Razzano per Hoppípolla. Stampa a cura di Printaly

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*